La rivista Vision.biz parla di noi!

01/3/2019

“Da noi il cliente si sente a casa” di Daniela Basilico e Vito Sinopoli:
“Accoglienza, professionalità, competenza e fiducia, maturate nell’arco di tre generazioni. Sono queste le caratteristiche che fanno di Ottica Siniscalchi un punto di riferimento in Liguria. Si trova in centro ad Alassio (SV) ed è un vero e proprio salotto dell’ottica, l’elegante store della famiglia Siniscalchi che gestisce altri due punti vendita nel Ponente Ligure. Mattia Siniscalchi appartiene alla terza generazione e qui ci racconta la sua esperienza.”

“Tutto è cominciato nel 1970” racconta Mattia “quando mio nonno, Giuseppe Siniscalchi, ottico dal 1950, dopo anni di solida esperienza, prima da Viganò e poi da Ocularium a Genova, decide di aprire qui ad Alassio il suo primo punto vendita.”

Poi cosa accade?

“Che nel 1944, mio padre, che già da molti anni lavorava con mio nonno, apre lo store di Andora, a cui segue quello di Albenga. Forti di queste esperienze positive, tre anni fa decidiamo di unire i due negozi di Alassio in un unico punto vendita e apriamo questo store, molto più ampio dei due precedenti e dotato di tutte le apparecchiature tecnologiche più all’avanguardia”.

Quali sono i punti di forza?

“I nostri punti di forza sono essenzialmente la semplicità e l’autenticità, siamo in grado di trasmettere questi valori creando un rapporto di confidenza e di fiducia con la nostra clientela, fondamentale se si vuole avere successo nel nostro lavoro. Abbiamo sempre puntato sulla qualità dei servizi, dei prodotti e dei rapporti e questo ci permette di essere tenuti in alta considerazione, sia da parte dei clienti che delle aziende. Ci piace proporre nuovi brand, meno noti e quindi più originali, che suscitano curiosità e incontrano l’interesse del cliente. Effettuiamo l’esame della vista in modo molto scrupoloso. Effettuiamo l’esame della vista in modo molto scrupoloso e approfondito dopo il controllo consigliamo sempre al cliente di sottoporsi a una visita oculistica, perché per noi il rapporto con la classe medica è fondamentale. Inoltre ci avvaliamo della tecnologia di ultima generazione, come ad esempio nel caso di Yuniku, di cui utilizziamo un’apparecchiatura che tramite una scansione del volto in 3D ci permette di creare un occhiale su misura”.

Quali sono le esigenze del cliente e qual è il vostro comportamento nei suoi confronti?

“Oggi il cliente ricerca professionalità, serietà e sincerità. Tutti valori che su cui da sempre abbiamo impostato la nostra attività e il rapporto con la nostra clientela. Noi puntiamo tutto sull’accoglienza e sulla fiducia. Da noi il cliente si deve sentire a casa e deve sapere che abbiamo a cuore il suo benessere, il che significa che non corre il rischio di farsi vendere un prodotto sbagliato o inutile solo per fare cassa”.

Quali sono i servizi che offrite?
“Dedichiamo molta attenzione al servizio post vendita, offrendo un’assicurazione sugli occhiali e un servizio di adattamento, che prevede la sostituzione dell’occhiale nel caso in cui il cliente non riesca ad utilizzarlo. Per quanto riguarda le promozioni, applichiamo una scoutistica sia sul secondo e terzo paio di occhiali che sull’acquisto della famiglia. Abbiamo un nostro listino prezzi scontato che però comunichiamo direttamente al cliente, senza pubblicizzarlo in alcun modo perché non vogliamo che i nostri clienti ci scelgano per questo motivo. Per quanto riguarda la contattologia avanzata, la programmazione delle lenti viene gestita insieme al cliente e nel punto vendita di Albenga abbiamo creato uno studio dedicato con tecnologia di ultima generazione. Usiamo i centratori Zeiss per realizzare le lenti progressive individuali e per le lenti i prodotti del gruppo Seiko Hoya che ci permette di utilizzare due listini separati così da coprire ogni fascia del mercato”.

Per quanto riguarda le montature, quali sono i vostri partner principali?

“Per le grandi griffe ci affidiamo a Etnia Barcellona e Marcolin, mentre per i prodotti di tendenza mi piacciono molto i modelli di Carolin Abram, Monokol e Yuniku”.

Come promozionale la vostra attività?

“Prevalentemente sui social, Facebook ma soprattutto su Instagram, dove il nostro profilo conta oltre 9000 followers. La pagina viene aggiornata con regolarità e facciamo anche delle campagne dedicate. Oltre a questo, abbiamo un’agenzia che si occupa della campagna stampa tradizionale sui quotidiani locali.”

Giuseppe Siniscalchi eletto Maestro Ottico d’Eccellenza

18/10/2018

Riconoscimento dedicato a personaggi che hanno scritto la storia dell’Ottica in Italia

Giuseppe Siniscalchi entra di diritto nella storia dell’Ottica in Italia.
Oltre 50 anni di carriera per i negozi Ottica Siniscalchi, che oggi contano tre punti vendita in provincia di Savona: Albenga, Alassio e Andora.
Il premio Maestro Ottico è stato assegnato dall’ Associazione Italiana Ottici per valorizzare la qualità del servizio, la professionalità e le capacità di preservare l’attiva o l’impresa da almeno 50 anni.
Un prestigioso riconoscimento assegnato il 18 Ottobre a Firenze a soli 15 ottici in Italia!
“Sono estremamente soddisfatto” chiosa Giuseppe Siniscalchi “non tanto per il riconoscimento, ma quanto per l’attività, che oramai attraversa 3 generazioni”
Da sempre Ottica Siniscalchi cerca di contraddistinguersi per professionalità e tecniche all’avanguardia, tanto da ottenere nello stesso evento un’ulteriore prestigiosa ricompensa.
Ottica Siniscalchi ha ottenuto, infatti, anche il riconoscimento come attività storica, ovvero come attività aperte prima del 1969.
“E’ il premio di una famiglia intera e dell’amore che mettiamo nel nostro lavoro da quasi 50 anni” afferma Stefano Siniscalchi, figlio di Giuseppe.
Proprio nel mese di Agosto del 2019, infatti, Ottica Siniscalchi festeggerà i suoi primi 50 anni di attività.
Mezzo secolo di storia e di successi, ma con prospettive di crescita già annunciate.
“Il biennio 2017-2018 ha rappresentato per Ottica Siniscalchi un periodo di grande crescita, accentuato ancor di più se confrontato all’andamento del mercato dell’Ottica” afferma Stefano Siniscalchi “per questo vogliamo ringraziare per la fiducia i nostri clienti e per i nostri 50 anni abbiamo in serbo alcune novità davvero sorprendenti”.

Ortocheratologia

18/6/2018

Che benefici puoi avere dall’uso delle lenti per ortocheratologia?

Al lavoro, come nello studio, una vista non perfetta può rendere meno efficace o addirittura ridurre le nostre prestazioni. L’ortocheratologia corregge il tuo difetto visivo mentre dormi e, quando sei sveglio, puoi vedere bene senza usare gli occhiali o le lenti a contatto.

Le lenti per ortocheratologia infatti non si portano durante il giorno come le normali lenti a contatto, ma le puoi usare prima di andare a dormire e rimuoverle appena ti svegli. E, se decidi di interrompere l’uso delle lenti per ortocheratologia, il tuo occhio ritorna esattamente come era prima perché il loro effetto è completamente reversibile.

Come funziona l’ortocheratologia?
L’ortocheratologia è una tecnica NON CHIRURGICA e NON INVASIVA per la riduzione reversibile della miopia, di alcuni casi di astigmatismo, di ipermetropia, mediante lenti a contatto particolari dette a geometria inversa . Sono lenti gas permeabili che si usano di notte durante il riposo, studiate per modellare il profilo corneale e rimanere ben centrate sull’occhio anche a palpebra chiusa. Mentre indossi la lente vedrai bene come se portassi una lente correttiva classica… e quando la rimuoverai continuerai a vedere bene anche ad occhio nudo grazie all’effetto di modellamento.

L’ortocheratologia fa per te?
Oggi l’ortocheratologia può correggere molti difetti di vista, ma non tutti! I migliori risultati si ottengono per miopie fino a 6 diottrie. L’applicazione di lenti per ortocheratologia è controindicata generalmente in condizioni oculari che non consentono nemmeno l’uso di lenti a contatto di tipo convenzionale. Di conseguenza, solo dopo una visita medica specialistica e alcune prove preliminari, potremo sapere se sei un soggetto candidato al trattamento.

Quanto tempo serve per avere i primi risultati?
Già dopo la prima notte di utilizzo delle lenti potrai osservare autonomamente risultati evidenti. I tempi necessari per ottenere la correzione completa del difetto visivo, con risultati durevoli per tutta la giornata, variano da soggetto a soggetto, tenendo ovviamente conto del grado da correggere.

L’ortocheratologia è sicura?
L’uso di un qualsiasi tipo di lente a contatto è sicuro solo se ci si sottopone a controlli periodici e si rispettano scrupolosamente le regole di utilizzo e di igiene indicate dal medico specialista e dall’ottico optometrista. L’uso di lenti per ortocheratologia non comporta rischi sostanzialmente maggiori rispetto alle lenti convenzionali. Le lenti che vengono usate per l’ortocheratologia sono lenti molto sofisticate, che lasciano arrivare all’occhio l’ossigeno necessario anche quando la palpebra è chiusa. La forma “a geometria inversa” è studiata appositamente per modellare la cornea senza danneggiare la superficie dell’occhio, la lente, lo ricordiamo, galleggia nel sottile film lacrimale senza mai toccare la cornea.

Per chi è utile l’ortocheratologia?
Per chi PRATICA SPORT
L’uso degli occhiali o delle lenti a contatto possono essere un limite per praticare sport, sia per professionisti che per semplici appassionati. L’ortocheratologia è fondamentale per praticare la tua attività sportiva in libertà. La serenità di affrontare le sfide con una vista perfetta incide positivamente sulle prestazioni e sui risultati. Goditi l’opportunità di praticare qualsiasi sport in sicurezza con i tuoi occhi liberi!

Per chi STUDIA o LAVORA
L’uso degli occhiali o delle lenti a contatto possono stancare molto la tua vista se passi ore e ore sui libri o fissando lo schermo del tuo computer. L’ortocheratologia ti permette di studiare in libertà riducendo lo stress da affaticamento e l’arrossamento degli occhi!

Migliorare la guida notturna

04/6/2018

Le strade diventano sempre più congestionate e spendiamo una crescente quantità di tempo al volante ; i nostri occhi sono sempre più sottoposti a stress, fisici e visivi.
Condizioni meteo e la maggiore luminanza dei fari moderni possono ulteriormente impattare sulla visione.

Cosa possiamo fare per mantenere noi stessi e i nostri cari al sicuro sulla strada di notte?

Innanzitutto dobbiamo valutare la nostra capacità di guida,Seguendo anche questi passaggi:
• Visitare un oculista o un ottico optometrista almeno una volta ogni due anni, o anche più frequentemente se hai una condizione oculare significativa o un disturbo visivo. Informa il tuo medico oculista in merito a eventuali problemi che si verificano durante la guida notturna, in modo da poter effettuare test specifici, ad esempio la valutazione del campo visivo o la sensibilità al contrasto.
• Se soffri di diabete, esamina gli occhi almeno una volta all'anno e segui attentamente le raccomandazioni del tuo medico in merito a dieta, controllo glicemico, insulina e cura di sé, per ridurre i rischi della retinopatia diabetica, che può progredire in grave perdita della vista senza preavviso. I conducenti più anziani possono avere difficoltà a percepire e reagire rapidamente agli eventi imprevisti, specialmente di notte.
• Rivolgersi immediatamente alle cure del medico oculista quando si rilevano sintomi di malattie degli occhi che metto in pericolo la salute degli occhi. Ricorda che molti sintomi di problemi agli occhi compaiono in ritardo nel processo patologico, quindi la tua risposta urgente è estremamente importante.
• Chiedete al vostro oculista o ottico optometrista di consigliarvi occhiali specifici che possono aiutarvi a vedere meglio sulla strada di notte. La Hoya ha sviluppato un prodotto specifico per la guida che si chiama ENROUTE.
• Prestare maggiore cautela quando ci si avvicina agli incrocii, dove si verifica il 40% delle collisioni fatali che coinvolgono automobilisti più anziani.
• Segui i consigli degli esperti per guidare in sicurezza di notte (vedi sotto).

Inoltre, considera di passare queste linee guida a una persona cara che mostra segni di bisogno e di qualche aiuto in più.

Consigli degli esperti per guidare in sicurezza

I seguenti suggerimenti per una guida sicura sono stati preparati per le persone che mostrano difficoltà nella guida notturna. Riduci al minimo i rischi di guidare di notte quando invecchi pianifica i tuoi viaggi prima di partire. Guida solo per le strade che conosci ed evita le strade buie e non illuminate. Limita i tuoi viaggi in luoghi facilmente raggiungibili e vicini a casa. Evita i punti pericolosi come rampe e curve a sinistra. Pianifica il tempo di guida in più se le condizioni sono cattive e non guidare se sei stressato o stanco. Rimani concentrato sulla guida solo, evitando distrazioni. Guidare sempre in modo difensivo. Lasciare almeno due lunghezze di auto tra te e la macchina di fronte a te, e ancora più spazio in caso di maltempo o durante la guida veloce. Tieni le finestre pulite e guida un'auto con caratteristiche che rendono la guida più sicura, come il servosterzo, i freni elettrici, la trasmissione automatica e gli specchi grandi. Mantieni la tua auto in buone condizioni , mantenendo i tergicristalli freschi e i fari puliti e allineati. Considera i comandi manuali per il pedale dell'acceleratore e i freni se hai problemi alle gambe.

Test per riconoscere eventuali difficoltà alla guida:
• Hai difficoltà a vedere i segnali in tempo?
• Hai problemi a vedere nel bagliore dei fari in arrivo?
• Gli altri conducenti sembrano guidare troppo velocemente e spesso suonano il clacson?
• Le svolte a sinistra e gli incroci impegnativi ti rendono nervoso?
• La guida ti stressa e ti lascia stanco?
• La polizia ti ha fermato di recente per guida pericolosa?
• A volte ti confondi al volante?
• I tuoi amici e familiari si preoccupano della tua guida?
• Le altre macchine sembrano apparire dal nulla?
• Le persone non vogliono più venire in macchina con te
Se hai risposto affermativamente a una di queste domande, potresti perdere la capacità di guidare in sicurezza!

Come pulire i tuoi occhiali

22/5/2018

Pulire gli occhiali ogni giorno è il modo migliore per mantenerli in efficienza,prevenire graffi alle lenti e altri danni agli occhiali.
Ma c'è un modo giusto - e molti modi sbagliati - quando si tratta di pulire gli occhiali.

Passi per la pulizia degli occhiali

Segui questi suggerimenti per pulire gli obiettivi e le montature degli occhiali senza il rischio di graffiare le lenti o causare altri danni.

1. Lavare e asciugare accuratamente le mani. Prima di pulire gli occhiali, assicurarsi che le mani siano prive di sporcizia,crema e quant'altro possa essere trasferito sulle lenti. Usare un sapone senza lozione o un detersivo neutro e un asciugamano pulito oppure scottex.

2. Sciacquare gli occhiali sotto un getto delicato di acqua di rubinetto tiepida. Questo rimuove la polvere e altri detriti, che possono aiutare a evitare di graffiare le lenti quando le si pulisce. Evitare l'acqua calda, che può danneggiare il trattamento antiriflesso.

3. Strofina delicatamente entrambi i lati delle lenti e tutte le parti del telaio per alcuni secondi. Assicurati di pulire ogni parte, compresi i naselli e le estremità delle aste che si trovano dietro le orecchie.Assicurati di pulire l'area in cui il bordo delle lenti incontra il telaio, dove polvere, detriti e oli per la pelle possono accumularsi.

4. Risciacquare accuratamente entrambi i lati delle lenti e del telaio. La mancata rimozione di tutte le tracce di sapone causerà l'imbrattamento delle lenti quando le asciughi.

5. Agitare delicatamente gli occhiali per eliminare la maggior parte dell'acqua dalle lenti. Ispezionare attentamente le lenti per assicurarsi che siano pulite.

6. Asciugare con cura le lenti e il telaio con un panno pulito e privo di lanugine. Utilizzare un canovaccio, scottex casa .Un asciugamano di cotone che usi per pulire oggetti di vetro fini è una buona scelta. Assicurati che l'asciugamano sia perfettamente pulito. Sporcizia o detriti intrappolati nelle fibre di un asciugamano possono graffiare le lenti; e l'olio da cucina, l'olio per la pelle o la lozione nell'asciugamano li imbrattano.

7. Ispeziona di nuovo le lenti degli occhiali. Se vedi striature o macchie, rimuovi il tutto con un panno in microfibra pulito: questi panni senza pelucchi sono disponibili nella maggior parte dei negozi di ottica.

Per la pulizia degli occhiali quando non si dispone dei materiali di consumo di cui sopra, provare le salviette monouso e gli spray per la pulizia delle lenti. Questi sono formulati specificamente per l'uso su lenti per occhiali. Non usare alcun sostituto. Il che ci porta ad un argomento molto importante: cosa NON usare per pulire gli occhiali.

NON usare la maglietta o un altro panno per pulire gli occhiali, soprattutto quando le lenti sono asciutte. Questo può graffiare le lenti.

NON usare la saliva per bagnare le lenti.

NON utilizzare detergenti per la casa o superfici per pulire gli occhiali. Questi prodotti hanno ingredienti che possono danneggiare lenti e rivestimenti degli occhiali, come il rivestimento antiriflesso.

NON provare a "lucidare" un graffio delle lentiQuesto peggiora solo la situazione.

Se l'acqua del rubinetto non è disponibile per sciacquare le lenti prima di pulirle, utilizzare abbondantemente il detergente spray per occhiali per lavare via la polvere e altri detriti prima di asciugare le lenti.
Se i tuoi occhiali hanno il trattamento antiriflesso assicurati che il detergente per occhiali che scegli sia approvato per l'uso con lenti antiriflesso. Quando si utilizzano salviette monouso pre-inumidite e confezionate singolarmente, ispezionare prima le lenti per polvere o detriti. Eliminare eventuali particelle prima di pulire le lenti, per evitaredi graffiare. I panni in microfibra sono un'ottima scelta per la pulizia degli occhiali. Questi panni asciuganomolto efficacemente le lenti e intrappolano gli oli per evitare di macchiare. Ma poiché catturano i detriti in modo così efficace, assicurati di pulire frequentemente i panni.
Lavare a mano il panno con un detersivo per piatti privo di lozioni e acqua pulita; lasciare asciugare il panno all'aria.

Come rimuovere i graffi dai vetri

Sfortunatamente, non esiste una cura magica per le lenti graffiate. Una volta che i tuoi occhiali sono graffiati, sono graffiati.

Quando avere gli occhiali puliti professionalmente

Se i tuoi occhiali sono in buone condizioni, ma i naselli o altri componenti del telaio sono diventati impossibili da tenere puliti, rivolgiti al tuo ottico optometrista. A volte gli occhiali possono essere puliti più accuratamente con un dispositivo di pulizia ad ultrasuoni, e i naselli ingialliti possono essere sostituiti con quelli nuovi. Vedi il tuo ottico prima di provare queste correzioni a casa.

Utilizzare una custodia protettiva.

Le lenti per occhiali possono facilmente graffiarsi se non si riesce a conservarle in un luogo sicuro.Questo include quando li togli prima di coricarsi. Conservare sempre gli occhiali in una custodia per occhiali pulita e non collocarli MAI su un tavolo o un bancone con gli obiettivi rivolti verso il basso.

Gli occhiali non durano per sempre!

Tutte le lenti degli occhiali subiscono qualche graffio nel tempo a causa del normale utilizzo e dell'esposizione all'ambiente. Gli occhiali da vista sono resistenti ai graffi, non sono antigraffio. Quando acquisti gli occhiali, chiedi al tuo ottico le garanzie anti-graffio per le tue lenti. Questo èparticolarmente importante per gli occhiali per bambini o se si indossano occhiali in condizioni polverose.
Seguendo i suggerimenti di cui sopra è il modo migliore per mantenere gli occhiali puliti e senza graffi per il più a lungo possibile.

Hai mai sentito parlare di ORTOCHERATOLOGIA?

07/5/2018

Che benefici puoi avere dall’uso delle lenti per ortocheratologia? Al lavoro, come nello studio, una vista non perfetta può rendere meno efficace o addirittura ridurre le nostre prestazioni.

L’ortocheratologia corregge il tuo difetto visivo mentre dormi e, quando sei sveglio, puoi vedere bene senza usare gli occhiali o le lenti a contatto. Le lenti per ortocheratologia infatti non si portano durante il giorno come le normali lenti a contatto, ma le puoi usare prima di andare a dormire e rimuoverle appena ti svegli. E, se decidi di interrompere l’uso delle lenti per ortocheratologia, il tuo occhio ritorna esattamente come era prima perché il loro effetto è completamente reversibile.

Come funziona l’ortocheratologia?
L’ortocheratologia è una tecnica NON CHIRURGICA e NON INVASIVA per la riduzione reversibile della miopia, di alcuni casi di astigmatismo, di ipermetropia, mediante lenti a contatto particolari dette a geometria inversa. Sono lenti gas permeabili che si usano di notte durante il riposo, studiate per modellare il profilo corneale e rimanere ben centrate sull’occhio anche a palpebra chiusa. Mentre indossi la lente vedrai bene come se portassi una lente correttiva classica… e quando la rimuoverai continuerai a vedere bene anche ad
occhio nudo grazie all’effetto di modellamento.

L’ortocheratologia fa per te?
Oggi l’ortocheratologia può correggere molti difetti di vista, ma non tutti! I migliori risultati si ottengono per miopie fino a 6 diottrie. L’applicazione di lenti per ortocheratologia è controindicata generalmente in condizioni oculari che non consentono nemmeno l’uso di lenti a contatto di tipo convenzionale. Di conseguenza, solo dopo una visita medica specialistica e alcune prove preliminari, potremo sapere se sei un soggetto candidato al trattamento.

Quanto tempo serve per avere i primi risultati?
Già dopo la prima notte di utilizzo delle lenti potrai osservare autonomamente risultati evidenti. I tempi necessari per ottenere la correzione completa del difetto visivo, con risultati durevoli per tutta la giornata, variano da soggetto a soggetto, tenendo ovviamente conto del grado da correggere.

L’ortocheratologia è sicura?
L’uso di un qualsiasi tipo di lente a contatto è sicuro solo se ci si sottopone a controlli periodici e si rispettano scrupolosamente le regole di utilizzo e di igiene indicate dal medico specialista e dall’ottico optometrista. L’uso di lenti per ortocheratologia non comporta rischi sostanzialmente maggiori rispetto alle lenti convenzionali. Le lenti che vengono usate per l’ortocheratologia sono lenti molto sofisticate, che lasciano arrivare all’occhio l’ossigeno necessario anche quando la palpebra è chiusa. La forma “a geometria inversa” è studiata appositamente per modellare la cornea senza danneggiare la superficie dell’occhio, la lente, lo ricordiamo, galleggia nel sottile film lacrimale senza mai toccare la cornea.

Per chi è utile l’ortocheratologia?
• Per chi PRATICA SPORT:
L’uso degli occhiali o delle lenti a contatto possono essere un limite per praticare sport, sia per professionisti che per semplici appassionati. L’ortocheratologia è fondamentale per praticare la tua attività sportiva in libertà. La serenità di affrontare le sfide con una vista perfetta incide positivamente sulle prestazioni e sui risultati. Goditi l’opportunità dipraticare qualsiasi sport in sicurezza con i tuoi occhi liberi!

• Per chi STUDIA o LAVORA:
L’uso degli occhiali o delle lenti a contatto possono stancare molto la tua vista se passi ore e ore sui libri o fissando lo schermo del tuo computer. L’ortocheratologia ti permette di studiare in libertà riducendolo stress da affaticamento e l’arrossamento degli occhi!

Occhiali per bambini Albenga

19/4/2018

Proteggi i bambini da troppa luce blu
Oltre ai sintomi di disagio causati da un uso eccessivo del computer, la ricerca sta suggerendo che passare ore davanti agli schermi digitali ogni giorno potrebbe mettere i bambini a rischio di danneggiare le loro retine.

Questo perché i display dei computer e gli schermi di smartphone e altri dispositivi digitali emettono quantità significative di luce blu visibile ad alta energia che possono avere effetti dannosi a lungo termine sul tessuto retinico. Anche se non è ancora chiaro quanta luce blu è troppo, è consigliabile adottare misure preventive per limitare l'esposizione del bambino alla luce blu da questi dispositivi.

Oltre a cercare di limitare la quantità di tempo che il tuo bambino trascorre ogni giorno davanti a uno schermo digitale (buona fortuna), è consigliabile che i bambini abbiano in uso occhiali con lenti fotocromatiche e/o trattamento antiriflesso progettato per filtrare luce blu.

Anche se il tuo bambino non ha bisogno di lenti correttive per miopia, ipermetropia e/o astigmatismo, il tuo ottico optometrista ti può consigliare occhiali specifici per il computer che filtrano la luce in grado di proteggere i suoi occhi dalla luce blu e dall'affaticamento visivo. Suggerimenti per ridurre il rischio dei danni derivati dall’uso dei supporti digitali nei bambini.

L'American Optometric Association offre ai genitori questi suggerimenti per ridurre il rischio di sindrome da visione artificiale tra i bambini.Controlla la visione del tuo bambino. Prima di iniziare la scuola, ogni bambino dovrebbe sottoporsi a un esame oculistico completo:

1. Limita la quantità di tempo che tuo figlio trascorre al computer senzainterruzioni.Incoraggia i bambini a fare pause di 20 secondi dal computer ogni 20 minuti per ridurre al minimo lo svilup po dei problemi di messa a fuoco degli occhi e l'irritazione degli occhi.

2. Controlla l'ergonomia della workstation. Per i bambini piccoli, assicurarsi che la postazione di lavoro del computer sia adattata alle dimensioni del proprio corpo. La distanza consigliata tra il monitor e l'occhio per i bambini è compresa tra 45 e 70 cm. Guardare lo schermo del computer più vicino di 45 cm può affaticare gli occhi. Controlla l'illuminazione. Per ridurre l'abbagliamento, le finestre e le altre fonti luminose non dovrebbero essere visibili direttamente quando si è seduti di fronte al monitor. Ridurre la quantità di illuminazione nella stanza per abbinare lo schermo del computer.

Occhiali da vista Andora

10/4/2018

Proteggi i bambini da troppa luce blu! Oltre ai sintomi di disagio causati da un uso eccessivo del computer, la ricerca sta suggerendo che passare ore davanti agli schermi digitali ogni giorno potrebbe mettere i bambini a rischio di danneggiare le loro retine Questo perché i display dei computer e gli schermi di smartphone e altri dispositivi digitali emettono quantità significative di luce blu visibile ad alta energia che possono avere effetti dannosi a lungo termine sul tessuto retinico.

Anche se non è ancora chiaro quanta luce blu è troppo, è consigliabile adottare misure preventive per limitare l'esposizione del bambino alla luce blu da questi dispositivi. Oltre a cercare di limitare la quantità di tempo che il tuo bambino trascorre ogni giorno davanti a uno schermo digitale (buona fortuna), è consigliabile che i bambini abbiano in uso occhiali con lenti fotocromatiche e/o trattamento antiriflesso progettato per filtrare luce blu.

Anche se il tuo bambino non ha bisogno di lenti correttive per miopia, ipermetropia e/o astigmatismo, il tuo ottico optometrista ti può consigliare occhiali specifici per il computer che filtrano la luce in grado di proteggere i suoi occhi dalla luce blu e all'affaticamento visivo.

Suggerimenti per ridurre il rischio dei danni derivati dall’uso dei supporti digitali nei bambini L'American Optometric Association offre ai genitori questi suggerimenti per ridurre il rischio di sindrome da visione artificiale tra i bambini:

Controlla la visione del tuo bambino. Prima di iniziare la scuola, ogni bambino dovrebbe sottoporsi a un esame oculistico completo.
• Limita la quantità di tempo che tuo figlio trascorre al computer senzainterruzioni. Incoraggia i bambini a fare pause di 20 secondi dal computer ogni 20
minuti per ridurre al mini mo lo sviluppo dei problemi di messa a fuoco degli occhi el'irritazione degli occhi.
• Controlla l'ergonomia della workstation. Per i bambini piccoli, assicurarsi che la postazione di lavoro del computer sia adattata alle dimensioni del proprio corpo. La distanza consigliata tra il monitor e l'occhio per i bambini è compresa tra 45 e 70 cm. Guardare lo schermo del computer più vicino di 45 cm può affaticare gli occhi.
Controlla l'illuminazione. Per ridurre l'abbagliamento, le finestre e le altre fonti luminose non dovrebbero essere visibili direttamente quando si è seduti di fronte al monitor. Ridurre la quantità di illuminazione nella stanza per abbinare lo schermo del computer.

Occhiali per sportivi Albenga

27/3/2018

Occhiali da sole per sportivi: controllo della luce, miglioramento delle prestazioni

Gli occhiali da sole sportivi possono dare un vantaggio agli atleti di tutti i livelli, compresi i "guerrieri del fine settimana" che cercano sempre modi per migliorare le loro prestazioni negli sport che amano. Ma nella loro fretta di provare l'attrezzatura più recente e più grande, come nuove racchette da tennis o scarpe, molti appassionati di sport trascurano un fattore chiave nell'ottimizzazione delle loro prestazioni sportive - la loro visione.

Gli occhiali da sole sportivi gestiscono la luce per prestazioni migliori. Tutta la luce, inclusa la luce solare esterna, è composta da una varietà di raggi elettromagnetici di diversi colori, determinati dalle loro lunghezze d'onda. I raggi di viola, blu, verde, giallo, arancione e rosso hannociascuno una lunghezza d'onda specifica, a seconda del colore. Quando combinati, questi raggi colorati creano una luce bianca.

Quando la trasmissione di determinate lunghezze d'onda nell’occhio viene ridotta in modo selettivo, gli occhiali da sole colorati possono ridurre l'abbagliamento e migliorare la sensibilità al contrasto. Con questa capacità di vedere con maggiore velocità, precisione, chiarezza e comfort, l'atleta può avere un vantaggio chiave rispetto alla concorrenza.

Questo vantaggio in più di una visione migliore con gli occhiali da sole sportivi può manifestarsi in modi diversi, a seconda dello sport. Nel golf, ad esempio, le lenti colorate possono migliorare il contrasto tra i motivi chiari e scuri dell'erba sui green, consentendo performance visive migliori.

Altri esempi:

• Nel tennis, nel softball e nel baseball, le lenti colorate possono aiutarti a vedere più chiaramente la rotazione della palla.

• Per andare in bicicletta, gli occhiali da sole con le lenti appropriate possono aiutarti a vedere meglio lungo la strada o il sentiero per una corsa più sicura, specialmente quando si percorrono discese ad alta velocità.

Come scegliere il colore giusto degli occhiali per sportivi?

In una certa misura, selezionare una tinta è una questione di preferenze personali. Tuttavia, alcune tinte offrono vantaggi per specifici compiti visivi e ambienti. Se la precisione del 100 percento nella percezione del colore è fondamentale, una tinta grigia neutra è la scelta migliore.

Ma per la maggior parte degli atleti, l'ottimizzazione del contrasto è la caratteristica più desiderata per attività come guardare una palla contro il cielo, un pesce sott'acqua, avvallamenti su una pista da sci o per una varietà di altri compiti specifici dello sport. Per migliorare il contrasto, le tinte marroni e color rame sono spesso le migliori. A seconda delle condizioni di illuminazione, giallo (per condizioni di scarsa illuminazione), le tonalitàambra, arancione e rossa sono anche buone scelte per il miglioramento del contrasto. Per un elenco dei colori delle lenti e dei potenziali usi, consultare il vostro ottico optometrista.

Tinte lente e protezione UV
Se ti piacciono gli sport, probabilmente passi più tempo al sole della persona media. Quindi assicurati che i tuoi occhiali da sole offrano una protezione UV al 100%. La sovraesposizione permanente ai raggi ultravioletti (UV) è stata collegata allo sviluppo della cataratta.

La quantità di protezione UV offerta dalle lenti degli occhiali da sole è determinata dal materiale della lente e dai trattamenti utilizzati. Pertanto, il colore e l'oscurità di una tinta da occhiali da sole non sono indicatori affidabili della sua capacità di proteggere gli occhi dalle radiazioni ultraviolette (UV). È possibile che una lente di colore giallo chiaro offra una protezione UV al 100% e che una lente grigio scuro, a seconda della sua qualità, offra poca o nessuna protezione.

Una buona scelta per gli occhiali da sole sportivi sono le lenti in policarbonato. Queste lenti sono leggere e resistenti alle rotture e bloccano il 100% dei raggi UV dannosi del sole. Ricerche recenti suggeriscono anche che sia una buona idea indossare occhiali da sole che bloccano le radiazioni ad alta energia visibile dal sole - a volte chiamate luce blu - oltre ai raggi UV.

Alcuni ricercatori ritengono che l'esposizione a lungo termine alla luce blu possa contribuire alla degenerazione maculare e ad altri problemi alla vista.

• Lenti fotocromatiche. Queste lenti si schiariscono e si scuriscono automaticamente al cambiamento delle condizioni di luce, rendendole molto utili per le attività all'aperto che durano diverse ore. Quando le condizioni climatiche cambiano o il sole inizia a tramontare, le lenti fotocromatiche si adatteranno per consentire alla quantità ottimale di luce di entrare negli occhi per una buona visione.

Occhiali da sole Polarizzati. Queste lenti contengono uno speciale filtro che blocca in modo selettivo la riflessione della luce dalle superfici orizzontali, eliminando il fenomeno dell'abbagliamento. Le lenti polarizzate sono particolarmente utili per bloccare l'abbagliamento della luce che riflette acqua, sabbia, neve e cemento.

Trattamento Antiriflesso. Applicare un trattamento antiriflesso sulla superficie posteriore delle lenti degli occhiali da sole sportivi eliminerà il riflesso della luce solare che si riflette su questa superficie quando il sole è alle tue spalle. Per ridurre ulteriormente la probabilità di ciò, scegli un design della montatura avvolgente.

Rivestimenti specchiati. Per condizioni molto luminose, come l'escursionismo, lo sci o le ciaspolate in alta quota, è consigliabile aggiungere un rivestimento specchiato alla superficie anteriore delle lenti degli occhiali da sole sportivi. Questi rivestimenti possono bloccare una ulteriore percentuale di luce visibile per un maggiore comfort in ambienti full-sun altamente
riflettenti.

Quante paia di occhiali da sole sportivi hai bisogno?
Un colore giallo o ambra può essere la soluzione migliore per condizioni nuvolose, mentre una lente marrone medio o scuro può funzionare meglio nei giorni di sole. Oppure puoi preferire colori diversi per le diverse attività. Alcune società di occhiali sportivi offrono occhiali da sole con lenti intercambiabili in diversi colori per una maggiore versatilità.

Occhi e Alimentazione

13/3/2018

Si sa che una corretta alimentazione è d’importanza vitale per la salute: una dieta corretta aiuta il corpo a crescere, a guarire e a combattere le infezioni.
La corretta alimentazione è altrettanto importante per mantenere gli occhi sani.
Con l’avanzare dell’età, la rigenerazione delle cellule del corpo diventa molto più difficile, il che può incidere sul benessere degli occhi e sulla qualità della visione.
La ricerca suggerisce che gli antiossidanti e altri importanti nutrienti possono ridurre il rischio di cataratta e di degenerazione maculare retinica. Gli antiossidanti specifici possono anche avere benefici addizionali; per esempio, la vitamina A protegge dalla cecità e la vitamina C può giocare un ruolo nel prevenire o alleviare il glaucoma.

Gli acidi grassi essenziali Omega-3 sembrano aiutare l'occhio in vari modi, dal alleviare i sintomi dell’occhio secco alla protezione contro il danno maculare.

Benefici per gli occhi di vitamine e micronutrienti

Le seguenti vitamine, minerali e altri nutrienti hanno dimostrato di essere essenziali per una buona visione e possono proteggere gli occhi dalle malattie.
Incorporare i seguenti alimenti nella vostra dieta dopo aver consultato il proprio medico vi aiuterà a ottenere un aiuto nel contrasto di alcune malattie.

Beta carotene:
• Benefici oculari del beta-carotene: se assunto in associazione con zinco e vitamine C ed E, il beta-carotene può ridurre la progressione della degenerazione maculare.
• Fonti alimentari: carote, patate dolci, spinaci, cavoli, zucca.

Bioflavonoidi (flavonoidi):
• Occhi benefici dei bioflavonoidi: possono proteggere contro la cataratta e la degenerazione maculare.
• Fonti alimentari: tè, vino rosso, agrumi, mirtilli, mirtilli, ciliegie, legumi, prodotti a base di soia.

Luteina e zeaxantina:
• Benefici oculari della luteina e della zeaxantina : possono prevenire la cataratta e la degenerazione maculare.
• Fonti alimentari: spinaci, cavoli, cime di rapa, cavolo.

Acidi grassi omega-3:
• Benefici oculari degli acidi grassi-omega 3 : possono aiutare a prevenire la degenerazione maculare (AMD) e gli occhi asciutti.
• Fonti alimentari: pesci d'acqua fredda come il salmone, lo sgombro e l'aringa , semi di lino freschi macinati, noci.

Selenio:
• Benefici per gli occhi del selenio: se combinato con carotenoidi e vitamine C ed E, può ridurre il rischio di AMD avanzata.
• Fonti alimentari: frutti di mare (gamberi, granchi, salmoni, halibut), noci del Brasile, pasta arricchita, riso integrale.

Vitamina A:
• Benefici per gli occhi di vitamina A : può proteggere contro la cecità notturna e gli occhi asciutti.
• Fonti alimentari: manzo o fegato di pollo; uova, burro, latte.

Vitamina C:
• Benefici oculari della vitamina C : può ridurre il rischio di cataratta e di degenerazione maculare.
• Fonti alimentari: peperoni dolci (rossi o verdi), cavoli, fragole, broccoli, arance, melone.

Vitamina D:
• Benefici oculari della vitamina D: può ridurre il rischio di degenerazione maculare.
• Fonti alimentari: salmone, sardine, sgombro, latte; succo d'arancia fortificato con vitamina D.
• La migliore fonte di vitamina D è l'esposizione alla luce solare.

Vitamina E:
• Benefici oculari della vitamina E : se associato a carotenoidi e vitamina C, può ridurre il rischio di AMD avanzata.
• Fonti alimentari: mandorle, semi di girasole, nocciole.

Zinco:
• Benefici per gli occhi dello zinco: aiuta la vitamina A a ridurre il rischio di cecità notturna; può svolgere un ruolo nel ridurre il rischio di AMD avanzata.
• Fonti alimentari: ostriche, manzo, granchio di dungeness, tacchino (carne scura).
In generale, è meglio ottenere la maggior parte dei nutrienti attraverso una dieta sana, includendo almeno due porzioni di pesce a settimana e un sacco di frutta e verdura colorata.

In ogni caso ricordati di parlarne sempre con il tuo medico che è l’unico che può consigliarti sulla tua salute

Lenti a contatto: consigli per l´uso

06/2/2018

Leggi di seguito 10 piccoli consigli per l'uso e il mantenimento corretto delle tue lenti a contatto:

• Rivolgersi sempre ad uno specialista per la scelta della lente a contatto più adatta.

• Prima di toccare l’occhio o la lente a contatto è fondamentale lavarsi e asciugarsi sempre bene le mani . è consigliato utilizzare un sapone neutro e un asciugamano che non lascia alcun residuo.

• Non bisogna portare le lenti a contatto per troppo tempo. E' consigliato mettere le lenti a contatto più tardi possibile la mattina e toglierle in prima possibile alla sera.

• E' importante rispettare la durata della lente , ovvero, se la lente a contatto è giornaliera appena la togliamo dall’occhio deve essere subito buttata.

• Al minimo disturbo e rossore le lenti a contatto devono essere tolte e bisogna rivolgersi ad uno specialista.

• Mantenere l’occhio idratato. lo sapevi che esistono dei sostituti lacrimali che possono aiutare chi soffre di occhio secco?

• Il porta lenti deve essere cambiato almeno una volta ogni tre mesi e deve essere pulito tutti i giorni con il liquido disinfettante delle lenti a contatto.

• Controlla che la lente non sia a rovescio. per capirlo metti la lente sulla punta del dito e osservala controluce, se i bordi fanno riflessi la lente è al rovescio se invece sembra una ciotola dai bordi netti la lente è nel verso giusto.

• Devi usare liquidi appositi per la disinfezione delle lenti e del porta lenti. Non bisogna mai utilizzare acqua corrente o distillata e nemmeno la saliva!

• Ricordati sempre di fare dei controlli dal medico oculista per controllare che l’occhio non abbia nessuna patologia oculare.

Soluzione all´affaticamento visivo

06/2/2018

Affaticamento visivo? Abbiamo la soluzione per te!
Soffri di affaticamento visivo? Se non sai di cosa si tratta te lo spieghiamo noi! L’ affaticamento visivo insorge nel momento in cui ci sono difficoltà di messa a fuoco . Per spiegarlo meglio occorre introdurre anche il meccanismo di accomodazione. Esso permette di avere una visione nitida a tutte le distanze. Tuttavia a causa di fattori interni ed esterni solo il 50% delle variazioni per la messa a fuoco avvengono correttamente. Le reazioni del cervello per attuare le correzioni della messa a fuoco provocano appunto affaticamento visivo , disturbi agli occhi ed emicrania. Il meccanismo di localizzazione visiva e i piccoli movimenti dell’occhio contribuiscono a migliorare la messa a fuoco. In ogni caso per avere una maggior risoluzione occorre un supporto adeguato e funzionale. Quello che vi proponiamo noi è Nulux Active. Aumenta la nitidezza visiva e ottimizza il processo di messa a fuoco. L’affaticamento visivo sarà solo un brutto ricordo!


L’ampiezza accomodativa si riduce con l’avanzare dell’età. Tale dato ci informa sulla capacità del soggetto di mettere a fuoco oggetti a distanze a cui esso è solitamente abituato a lavorare. Ci riferiamo soprattutto agli studenti, dai più giovani ai più “esperti”. La lente Nulux active , disponibile da Ottica Gianni Greco a Ravenna , oltre a ridurre l’affaticamento visivo, offre altri vantaggi, come:
● Rilassamento dell’occhio
● Aumento dello spazio di visione

Oltretutto una ricerca condotta dall’Università degli studi di Padova conferma i benefici promessi da Nulux Active.

In particolare:
● Sensazione positiva agli occhi , nei casi di bruciore, affaticamento, lacrimazione e mal di testa
● Facilità nel passaggio lontano-vicino in caso di visione instabile e/o riduzione della performance visiva.

Come sempre è necessario ricordare che per evitare l’insorgere di affaticamento visivo è anche necessario adottare piccoli accorgimenti. Tra tutti raccomandiamo di tenere una postura adeguata , magari anche attraverso l’uso di leggii, specialmente per i più piccini. Molto importanti sono le pause . Si consiglia una piccola pausa ogni 40/60 minuti circa. Distogliendo lo sguardo da libri e monitor anche la nostra vista avrà qualche istante di “tregua”. Per maggiori informazioni non esitare a contattarci!

Lacrime Artificiali

06/2/2018

Lacrime artificiali: come, quando e perché utilizzarle.

Sai che le lacrime artificiali possono aiutarti a risolvere piccoli disturbi oculari che quotidianamente ti infastidiscono?

Le lacrime artificiali arrivano in nostro soccorso laddove la lacrimazione naturale dei nostri occhi non sia sufficiente. Il film lacrimale è quel sottile strato di liquido. Esso è composto da 3 part i: mucinico , acquoso e lipidico, che viene continuamente distribuito in maniera uniforme sulla superficie oculare dalla chiusura e apertura delle palpebre. È in grado di svolgere insostituibili funzioni per la nostra vista. Infatti è in grado di migliorare la qualità ottica dell’immagine regolarizzando la superficie corneale. Consente una buona lubrificazione riducendo l’attrito delle palpebre e permette il trasporto di elementi essenziali per la nutrizione degli epiteli e della cornea. Ha un’ attività antibatterica grazie agli enzimi presenti in esso. Infine, permette di mantenere pulita la superficie oculare allontanando le impurità ambientali. Le lacrime artificiali sono a nostra disposizione per aiutare il film lacrimale a compiere al meglio tutte queste importanti funzioni!

Le lacrime artificiali sono soluzioni a base di sostanze viscose, in grado di mantenere la superficie oculare umettata e sicura. Contribuiscono, quindi, a ricostruire e stabilizzare il film lacrimale, riducendo eventuali irritazioni e il disconfort creato da una sensazione di secchezza. Di lacrime artificial i ne esistono tantissimi tipi e in diverse forme (fluida, gel, pomata). È importante utilizzare la tipologia che meglio va a riequilibrare il film lacrimale. Le lacrime artificiali sono inoltre importanti durante il porto di lenti a contatto, soprattutto per chi usa per parecchio tempo strumenti digitali. E’ infatti frequente una considerevole evaporazione della lacrima. Pertanto l’occhio deve essere adeguatamente reidratato. In questo caso risulta fondamentale utilizzare il prodotto più appropriato per mantenere il giusto confort.

Ma come si fa a sapere quali lacrime artificiali conviene usare? Quando? Come? Rispondere a tutte queste domande é semplice! Vieni presso uno dei nostri punti vendita, o contattaci. I nostri esperti saranno a tua completa disposizione!

Lenti a contatto Albenga

06/2/2018

Lenti a contatto Multifocali e presbiopia

Molte persone dopo i 40 anni hanno difficoltà nella visione a distanza ravvicinata, quasi il 60% non riesce a leggere lo schermo del cellulare ed il 40% ha difficoltà a leggere l’orologio da polso. Questa condizione spesso è causa di fastidio e disagio, infatti per molti è più sgradevole ammettere una dipendenza dell’occhiale piuttosto che accettare capelli grigi e rughe. Una possibile soluzione diversa dall’uso degli occhiali sono le lenti a contatto multifocali. Le lenti a contatto multifocali sono composte da differenti zone di correzione ottica che ci permettono di vedere da vicino,lontano o le distanze intermedie come il computer. Le moderne lenti a contatto multifocali sono costruite in modo che il passaggio tra le differenti situazioni visive sia graduale e confortevole, permettendo una vita in piena libertà senza l’impedimento degli occhiali. Le lenti a contatto multifocali a differenza degli occhiali permettono alla persona di poter eseguire innumerevoli attività in cui gli occhiali potrebbero creare dei disagi come lo sport e il ballo. Le lenti a contatto non si appannano, non si sporcano, non cadono e non risentono minimamente del sudore. Oggi possiamo offrire questa tecnologia anche a cambio giornaliero in modo da evitare al portatore ogni complicazione per la conservazione e pulizia.

Occhiali da sole Albenga

06/2/2018

Occhiali da sole in inverno? Un accessorio indispensabile!
Gli occhiali da sole non devono mai mancare, soprattutto in inverno, ecco perché!

Gli occhiali da sole in inverno non sono solo una scelta di stile, ma sono soprattutto la soluzione ideale per proteggersi dai raggi UV. Spesso si pensa che il loro utilizzo sia legato solamente al periodo e estivo e alla bella stagione, ma non è così! Le lenti da sole sono indispensabili per tutelare e proteggere i nostri occhi dai raggi solari anche in inverno . Come è stato ampiamente dimostrato dagli oftalmologi, durante la stagione fredda, i raggi ultravioletti, anche se sono meno forti, risultano essere più bassi all’orizzonte. Proprio per questo motivo, soprattutto quando il cielo è privo di nuvole, essi riescono a colpire i nostri occhi in maniera trasversale, abbagliandoli.


Oltretutto i raggi UVB subiscono un aumento della propria intensità con l’altitudine. In questa stagione andando a sciare o facendo sport all’aperto è fondamentale proteggersi con le apposite maschere da sci e occhiali da sole . Schernirsi dai raggi UV inoltre è necessario anche nelle giornate tipicamente invernali, uggiose. Il classico esempio potrebbe essere questo: vi è mai capitato di essere all’aperto e di essere infastiditi dalla luce, nonostante il cielo sia coperto? Non siete ancora convinti? Ecco allora qualche dato: in giornate in cui sono presenti le nuvole il 42% dei raggi UV colpisce il vostro sistema oculare e il 50% di questi provengono dal riflesso dei raggi su una superficie, ad esempio una finestra o il marciapiede. Da Ottica Siniscalchi trovate una vasta scelta di modelli!

Gli occhiali da sole perfetti per affrontare l’inverno! Venite a trovarci in uno dei nostri punti vendita.

Da cosa dipende il colore degli occhi

30/11/2017

Il colore degli occhi è un tratto determinato principalmente dalla quantità di melanina e dal tipo di pigmento dell'iride.
Il colore base degli occhi dovrebbe essere l'azzurro poiché i raggi luminosi, quando colpiscono l'occhio, vengono diffusi in maniera inversamente proporzionale alla loro lunghezza d'onda. Dato che le radiazioni nella gamma dei blu, in virtù della loro bassa lunghezza d'onda, possiedono un'elevata diffusibilità, l'occhio ha come colore base tutte le gradazioni dell'azzurro.
A livello dell'iride possono essere presenti quantità variabili di melanina, lo stesso pigmento responsabile del colore della pelle. In base alla quantità di melanina prodotta, l'occhio assume uno spettro di gradazioni piuttosto ampio, che va dall'azzurro al nero. Se la quantità di melanina è scarsa o nulla gli occhi sono blu, mentre nel caso opposto l'iride assume una colorazione marrone. Quando si ha una quantità di melanina diversa all'interno dell'iride dei due occhi si può verificare il caso di eterocromia.
Nei primi mesi di vita a livello dell'iride la produzione di melanina è inibita. Il processo di pigmentazione richiede infatti alcuni mesi per attivarsi completamente (diventa apprezzabile intorno al sesto-settimo mese di vita). La misura in cui i melanociti oculari inizieranno a produrre melanina è dipendente dal patrimonio genetico del bambino e ne determina la colorazione degli occhi. Nei bambini di carnagione scura, per esempio, questo fenomeno non sussiste ed il colore degli occhi, già scuro al momento della nascita, non varia con l'accrescimento.
Il colore azzurro degli occhi è un carattere recessivo, mentre il marrone è dominante. Ciò significa che il bambino avrà gli occhi azzurri da adulto solamente quando il gene per questa caratteristica è presente su entrambi i cromosomi omologhi. In altre parole, due genitori con gli occhi marroni hanno ben poche possibilità di mettere al mondo un figlio con gli occhi di color azzurro, nonostante nei primi mesi di vita tale evenienza sia piuttosto comune.
Il colore degli occhi è quindi determinato da diversi geni, che rendono ragione delle diverse tonalità presenti in natura.

Le malattie più comuni dell´occhio

30/11/2017

Le malattie degli occhi sono classificate in base alla parte dell’organo colpita e sono quindi suddivise in malattie delle palpebre, della cornea, della retina, dell’apparato lacrimale, della congiuntiva, dell’iride, del cristallino.
Alcune malattie dell’occhio umano richiedono un’attenzione diagnostica specifica da parte del personale medico per essere individuati e successivamente risolti. Per questo è essenziale rivolgersi a dei professionisti qualificati che sappiano distinguere ed individuare immediatamente il disturbo di cui soffre il paziente, proponendo una soluzione adeguata. Le patologie dell’occhio si possono presentare sin dalla tenera età, come ad esempio l’ambliopia (il cosiddetto “occhio pigro”), oppure essere più comuni nei pazienti anziani, come la cataratta. Altri problemi oculari possono essere dovuti ad infiammazioni, a malattie sistemiche oppure a traumi.

Patologie delle palpebre
Le palpebre, superiore e inferiore, sono due formazioni cutanee che aiutano a inumidire la parte dell'occhio a contatto con l'esterno. Tra le malattie che possono colpirle ci sono: la blefarite, l'orzaiolo, il calazio, la ptosi palpebrale, l'entropion e l'ectropion.

Patologie della cornea
La cornea è la membrana trasparente che riveste la porzione anteriore dell'occhio. Ha la funzione, tra le altre, di convogliare i raggi visivi che entrano nell'occhio verso il cristallino.
Tra le malattie che possono interessarla ci sono: l'abrasione, la cheratite, le distrofie e le degenerazioni corneali .

Patologie della retina
La retina è uno strato sottile di tessuto nervoso che riveste la parete interna dell'occhio. È sensibile alla luce, consente di focalizzare le immagini. Tra le malattie che possono interessarlo ci sono: la retinopatia diabetica, il foro maculare, la rottura e il distacco della retina.

Patologie del sistema lacrimale
Il liquido lacrimale ha la funzione di mantenere umida e pulita la superficie della cornea e della congiuntiva.
Tra le malattie che possono interessarlo ci sono: la sindrome dell'occhio secco e la sindrome di Sjögren.

Congiuntivite
La congiuntivite colpisce la congiuntiva e i sottili vasi che la irrorano, provocandone l'arrossamento. Una delle cause più comuni è l'allergia tipica del periodo primaverile.

La retinopatia diabetica
E' direttamente correlata al diabete. La retina, ricca di capillari, è quindi soggetta a problemi diabetici. I sintomi non sono immediatamente visibili; con il progredire della malattia si possono riscontrare trombosi, riduzione della vista, annebbiamento, emorragie.

Cataratta
La cataratta è una malattia dell’occhio che provoca la progressiva opacizzazione del cristallino, con la conseguenza di annebbiare la vista

Strabismo
Lo strabismo è una deviazione degli assi visivi dovuta all'allineamento scorretto degli occhi. Può manifestarsi a qualsiasi età.

Ambliopia o occhio pigro
L'ambliopia o occhio pigro è una condizione che interessa il 4% della popolazione mondiale ed è caratterizzata da una riduzione più o meno marcata della capacità visiva.

Glaucoma
Il glaucoma è una malattia causata da un progressivo danneggiamento del nervo ottico, che può nel tempo compromettere gravemente la vista.

Uveite
L'uveite è un'infiammazione dell'uvea, lo strato intermedio che costituisce la parete oculare, posto tra sclera e retina e ricco di vasi sanguigni.

Tumori oculari
I tumori oculari sono patologie rare ma potenzialmente pericolose.

Occhiali SARAGHINA Albenga

13/9/2017

E’ un nuovo marchio di occhiali, che prende il nome da un tipico pesce azzurro della Riviera Adriatica, ricco di sapori ed al giusto prezzo. Saraghina Eyewear rappresenta il brio, la spensieratezza e il colore che contraddistingue la terra di Federico Fellini.


Saraghina, il nuovo modo di concepire l’eyewear, é uno stile di vita: quello della Riviera romagnola. Semplici, come le cose che danno sapore alla vita.


I Saraghina hanno lo stesso DNA della terra in cui sono nati e sono destinati a portare scompiglio in un mondo, quello dell’eyewear, che da qualche anno si è fatto prendere dall’ansia di stupire e ha finito, nei casi migliori, per annoiare. L’unico antidoto è un salutare back to basic, un ritorno alle origini per riscoprire il piacere di vestire un occhiale bello, divertente e dal prezzo giusto. Non poteva che nascere dalla terra che della semplicità, dell’allegria e del buon vivere ha fatto il suo tratto distintivo nel mondo.

Occhiali Etnia Barcelona Albenga

13/9/2017

Il colore, la qualità e la cultura sono il cuore pulsante di Etnia Barcelona, i valori che ispirano da sempre le nostre collezioni di occhiali.
Amiamo il colore, per questo puntiamo sull'innovazione e lo lavoriamo ampiamente a tutti i livelli.

A livello di qualità, le nostre montature sono prodotte in acetato naturale, un materiale estremamente comodo e malleabile proveniente dal cotone. Lavoriamo solo con il nostro partner italiano Mazzucchelli, che produce per noi esclusive lastre di acetato con i nostri disegni di texture e i nostri colori.
A livello di tendenze, due volte all'anno realizziamo studi sul colore nel campo della moda e dell'arte e da qui prendiamo spunto per i mood di ispirazione e dare vita, ricchezza e contenuto alle nuove collezioni. A livello culturale, per creare i nostri disegni ci ispiriamo alle icone del mondo dell'arte: abbiamo collaborato con i fotografi Nobuyoshi Araki e Steve McCurry e abbiamo raccolto l'eredità di Yves Klein e Jean-Michel Basquiat per alcuni dei nostri modelli di occhiali da sole più esclusivi. Infine, non dimentichiamo mai le nostre origini: Barcellona e la cultura del Mediterraneo sono sempre presenti nelle nostre creazioni.

Occhiali TOM FORD Albenga

13/9/2017

Nato ad Austin in Texas e cresciuto a Santa Fe in New Mexico, Tom Ford è oggi uno dei più stimati e noti stilisti. Vincitore di numerosi premi per il design, la sua ascesa nel mondo della moda è iniziata nel 1994, quando ha assunto la carica di Direttore Creativo di Gucci.
Oltre ad aver cambiato radicalmente l’immagine della leggendaria maison, ha condotto l’azienda verso un successo senza precedenti, grazie alle sue intuizioni visionarie di cosa i clienti moderni desiderino. Il suo design innovativo e provocatorio ha segnato una svolta nel mondo del lusso. Nel 2000 Ford ha accettato l’incarico di direttore creativo di Yves Saint Laurent, marchio del gruppo Gucci, rinnovandolo attraverso una miscela esplosiva di sensualità e mistero. Nell’aprile 2005, un anno dopo aver lasciato il gruppo Gucci, ha annunciato la creazione del marchio TOM FORD.
A cavallo fra il 2005 e il 2006 ha lanciato una collezione di occhiali e nell’aprile 2007, in concomitanza con l’attesissimo lancio della collezione firmata TOM FORD di accessori e capi di abbigliamento per uomo: viene inaugurato all’845 di Madison Avenue di New York il primo negozio monomarca.
Nel febbraio 2011 viene presentata ai clienti di tutto il mondo la collezione di abbigliamento donna TOM FORD. La potente visione di modernità, il glamour femminile, i tessuti squisitamente realizzati e maestralmente rifiniti dell’abbigliamento giorno/sera consentono alle donne di qualsiasi età di accrescere la propria personalità e di presentare al mondo la parte più affascinante di se stesse.
Stravaganti e con la voglia di esprimere qualcosa di nuovo e di diverso. Questa la base della collezione eyewear Tom Ford, che rientra nel perfetto stile glam dello stilista americano.

La nostra storia

05/9/2017

Dopo anni di lavoro nei migliori negozi di ottica di Genova (Viganò bruna e l’Ocularium dopo) ed accumulando una solida esperienza, Giuseppe Siniscalchi apre il suo primo punto vendita nell’agosto del 1970 ad Alassio.
Sin dalla nascita di Ottica Siniscalchi, Giuseppe lavora con prodotti d’eccellenza sempre alla ricerca di nuove tecnologie e tecniche che lo aiutino a migliorare la visione e di conseguenza la vita dei propri clienti. Diviene così, uno dei pionieri nel campo della contattologia e delle lenti multifocali.

Negli anni ’80 il negozio di Alassio si sposta nella sede attuale in via Mazzini 59. Il negozio si ingrandisce e fanno la comparsa le prime firme nel mondo degli occhiali.
Sul finire degli anni ’80 Giuseppe viene affiancato nella sua attività dal figlio Stefano. La famiglia Siniscalchi investe nei primi computer e nei primi sistemi computerizzati per l’esame della vista. Ottica Siniscalchi è sempre all’avanguardia…
Stefano lavora stabilmente con il papà Giuseppe e insieme decidono di aprire un secondo punto vendita ad Albenga. Il 19 Aprile 1993 viene inaugurato il nuovo negozio ad Albenga in viale Pontelungo. L’obiettivo: garantire altissimi standard qualitativi con l’ausilio delle migliori tecnologie presenti all’epoca. Si prosegue inoltre un’attenta ricerca dei prodotti per garantire al cliente sempre il meglio disponibile.

Il 21 agosto dello stesso anno Stefano consegue il Diploma di Optometria presso il college Americano di Verona.
La moda è ormai presente stabilmente nel mondo dell’ottica. Sono maturi i tempi per una nuova sfida. Il 5 luglio 1996 viene inaugurato il terzo negozio ad Alassio nel famoso Budello in una delle più famose vie dello shopping.

Nel nuovo millennio Ottica Siniscalchi con l’acquisto delle migliori strumentazioni ottiche è uno dei primi negozi di ottica in Italia a poter proporre con successo ai propri clienti le innovative lenti progressive INDIVIDUALI.
Nel 2008 la famiglia Siniscalchi acquista un nuovo locale ad Albenga e nell’agosto dello stesso anni il negozio si sposta nel nuovo stabile sempre in viale Pontelungo. Più di 200mq2 di superficie, 4 vetrine, 2 entrate, 1 sala di refrazione e 1 sala per l’esperienza visiva. Nasce così una realtà unica in Liguria.

Nel luglio 2009 il figlio Stefano, Mattia consegue il Diploma di Ottica e inizia la sua attività nel negozio storico di Alassio che pochi mesi dopo viene completamente rinnovato. Arredamento moderno e strumentazione rinnovata per garantire innovazione e professionalità al passo con le ultime novità proposte dal mercato.
Nuove innovazioni si rendono disponibili: nuovi sistemi di centratura delle lenti e una nuova tecnologia permette di effettuare controlli della vista ancor più completi. Le lenti diventano sempre più sottili e personalizzate. Per stare al passo con i tempi Ottica Siniscalchi fa un importante investimento installando nei propri negozi strumentazione ZEISS che permette di calcolare aberrazioni oculari e la postura per rendere le lenti sempre più personalizzate.

Il 13 aprile 2013 apre il quarto negozio ad Andora. L’obiettivo è essere più vicino a tutti quei clienti che già ci conoscono ma risiedono in questo comune. Nel contempo farci conoscere anche a coloro che, per la distanza da Alassio e Albenga, non hanno ancora usufruito dei nostri servizi.
Ottica Siniscalchi è un’azienda che guarda nel futuro. Anche Giulia, figlia di Stefano, sta frequentando la scuola di Ottica.

OTTICA SINISCALCHI…la storia continua…

Cashback world Ottica Siniscalchi

05/7/2017

L'estate Siniscalchi ti porta un REGALO veramente speciale!
...non ci credi? Continua a leggere!

Sicuramente anche nel tuo portafogli avrai decine di carte fedeltà con le quali raccogli bollini o punti per qualche premio.Noi vogliamo premiare i tuoi acquisti con qualcosa di ancora più interessante e conveniente: Un CashBack del 2% ogni volta che spenderai nei nostri negozi!Di cosa stiamo parlando? di un ritorno in denaro sul tuo conto corrente, pari al 2% su tutti i tuoi prossimi acquistiOttenere questo vantaggio è molto semplice, ti basterà passare in un nostro punto vendita e richiedere la nostra CARD GRATUITA e da quel momento potrai iniziare ad accumulare vantaggi.

Ma come ti abbiamo detto la nostra card è veramente un regalo prezioso che ti permetterà di ottenere CashBack sui tuoi acquisti quotidiani, dai viaggi, alla benzina, dai libri alla tua spesa di tutti i giorni, oltre 11.000 attività in tutta Italia.

Passa subito a trovarci per scoprire tutti i dettagli e per attivare la nostra Cashback Card Gratuita.

Protezione solare, sicurezza e comfort: come scegliere gli occhiali da sole.

11/5/2017

Gli occhiali da sole sono oggi considerati un irrinunciabile accessorio di moda, ma non si deve dimenticare che si tratta in realtà di dispositivi di protezione individuale, che tutelano gli occhi dai rischi delle radiazioni solari.
Pertanto, per scegliere gli occhiali da sole migliori, non ci si può limitare a valutare esclusivamente l’aspetto estetico di lenti e montatura, ma occorre considerare altri fattori come livello e qualità dei filtri solari, tecnologia e colore delle lenti, comfort visivo.
La principale caratteristica di un buon paio di occhiali da sole è senza dubbio il grado di protezione UV: solo le lenti con marcatura CE possono assicurare gli standard di sicurezza prescritti dalla normativa europea.
I filtri UV, che proteggono gli occhi dagli effetti nocivi dei raggi UVA e UVB emessi dal sole, sono un’importante garanzia di tutela della vista. Le lenti da sole sono classificate secondo quattro categorie di filtro, che vanno da 0 a 4 a seconda delle condizioni di illuminazione:
0-1 – filtro trasparente o molto chiaro, indicato per un’illuminazione molto bassa, come negli ambienti chiusi;
2 – filtro medio, valido per illuminazioni medie e giornate nuvolose;
3 – filtro scuro, indicato per l’uso in pieno sole;
4 – filtro molto scuro, da scegliere in caso di illuminazioni particolarmente forti o superfici riverberanti, come la neve in alta montagna o le sabbie del deserto.

Generalmente gli occhiali da sole montano lenti con filtro solare di categoria 3, che offrono un ottimo livello di protezione solare e sono in grado di assorbire tra l’82 e il 91% delle radiazioni.
La categoria 4 garantisce il livello di protezione più alto, ma questo tipo di lenti è indicato solo per condizioni estreme, come nel deserto o sulla neve, mentre non è assolutamente idoneo alla guida.
Oltre al filtro solare, poi, le lenti possono avere altri filtri:
Il filtro fotocromatico, che consente alle lenti scurirsi automaticamente alla luce del sole e schiarirsi di sera o negli ambienti interni;
Il filtro polarizzato, che rende le lenti anti-riflesso, migliorando il comfort visivo;
Il filtro degradante, che attenua la luce solare offrendo una maggiore visibilità della strada quando si è alla guida.
Il filtro di luce blu (HEV), che consente alle lenti di ridurre i danni che sia la luce blu che quella viola dello spettro solare possono causare agli occhi nel lungo periodo, come l’invecchiamento cellulare e la degenerazione della macula.
Anche il colore delle lenti è dovuto a un filtro specifico: è il filtro di colore del vetro, che può dare alle lenti diverse tonalità, ciascuna con caratteristiche particolari.
La scelta del colore delle lenti, oltre a dipendere dal gusto personale, dovrebbe essere basata anche sulla conoscenza degli effetti visivi dei diversi colori:
Il giallo e l’arancione sono indicati in condizione di bassa luminosità, poiché tendono ad accentuare i contrasti;
Il marrone è il colore consigliato per chi soffre di miopia o astigmatismo;
Il rosa è un colore riposante, adatto alle lenti graduate;
Il verde e il blu sono ideali per gli ipermetropi e hanno anch’esse un effetto riposante.
Infine, è bene assicurarsi che i materiali con cui viene realizzata la montatura siano completamente atossici.

Etnia Barcelona

09/10/2017

Etnia barcelona è una fondazione nata con l'obiettivo di fornire cure per la vista e assistenza alle famiglie più vulnerabili permettendo cosí che ognuna di loro possa accedere a una migliore visione e a una miglior qualitá di vita
Ti guardiamo negli occhi è un progetto promosso dalla Fondazione Etnia Barcelona per migliorare la salute visiva dei bambini piú vulnerabili della Catalogna con la collaborazione di Vision for Life di Essilor e il Centro Universitario della Visione della UPC.
Il progetto è infocato sulla salute visiva dei minori a rischio e vuole sensibilizzare la popolazione dell’importanza della cura della vista dei piú piccoli per evitare insuccessi scolastici e migliorare la loro qualitá di vita
La società è composta da una squadra di giovani creativi e imprenditori che, grazie alla piena libertà stilistica che vengono consegnati, forniscono al marchio la propria identità, collocandola ai confini dei settori della moda, dell'arte e del design.

Lenti Oftalmiche

02/10/2017

Cosa sono le lenti oftalmiche?
Sono lenti utilizzate per correggere i difetti visivi (come ad esempio miopia, ipermetropia e astigmatismo) e possono essere lenti a potenza progressiva, lenti correttive graduate e lenti varifocali o multifocali!

Molti individui, particolarmente quelli in età matura, si devono rassegnare ad utilizzare, per lo meno, un paio di occhiali quando leggono o lavorano al computer. Occhiali che servono a correggere il tipico difetto visivo che si manifesta in età matura: l’ipermetropia, e cioè, l’incapacità di mettere bene a fuoco oggetti che si trovano vicini (leggere) o a distanze medie (lavorare al PC).
L’oculista saprà riconoscere questi difetti per mezzo dei moderni strumenti ottici che la tecnologia moderna mette a sua disposizione e sarà poi in grado di emettere la ricetta che l’ottico dovrà poi seguire per confezionare gli occhiali.


Come sono realizzate?
La lente è realizzata in materiale trasparente organico o in vetro minerale, di forma circolare o ellittica, delimitato da due superfici di cui almeno una non è piana.

I nostri orari di Ferragosto

11/8/2017

Di seguito gli orari dei nostri punti vendita per il ponte di Ferragosto:

Ad Alassio in Via Vittorio Veneto, 6/8 il negozio sarà aperto regolarmente con orari dalle 10 alle 13 al mattino e al pomeriggio dalle 17 alle 20.

Ad Andora in Via dei Mille, 10A il negozio chiuderà solamente nel giorno di ferragosto.

Ad Albenga in Viale Pontelungo, 19 il negozio rimarrà chiuso Domenica, Lunedì e Martedì.

Buon weekend e buon ferragosto a tutti carissimi amici!

Lenti multifocali

11/5/2017


Le lenti progressive, definite anche multifocali, sono lenti oftalmiche realizzate con una tecnologia che consente una visione nitida e agevole da lontano e da vicino, senza soluzione di continuità.
Sono quindi indicate per chi soffre di un disturbo visivo come miopia, astigmatismo o ipermetropia, al quale, con l’avanzare dell’età, viene ad associarsi anche la presbiopia, ovvero una certa difficoltà nel mettere a fuoco gli oggetti vicini.
Grazie alle lenti multifocali, è possibile evitare di dover utilizzare diverse paia di occhiali per vedere da vicino e da lontano, poiché basta avere un unico paio di occhiali con lenti per la visione progressiva per mettere a fuoco gli oggetti a tutte le distanze, comprese quelle intermedie.
La tecnologia delle lenti progressive si avvale di una geometria appositamente studiata che affida alla parte superiore della lente la visione da lunga distanza, indispensabile per guidare, ammirare il paesaggio, guardare un film al cinema o alla TV; alla parte inferiore, invece, affida la visione ravvicinata, per tutte le attività come leggere, scrivere, eseguire lavori manuali o con il computer. La zona centrale delle lenti progressive, infine, assicura la visione intermedia, garantendo un passaggio fluido e confortevole fra le diverse distanze.
Talvolta si sente qualcuno lamentarsi di non esser riuscito ad abituarsi alle lenti multifocali o di non riuscire a portarle. A questo proposito, va specificato che per un uso ottimale delle lenti multifocali, occorrono una corretta prescrizione, la scelta di lenti di qualità e la perfetta centratura delle lenti in una millimetrica corrispondenza con i fori della pupilla.
Per questo, è sempre meglio rivolgersi al proprio ottico di fiducia, che potrà provvedere alla personalizzazione delle lenti per garantire una perfetta visione e il massimo comfort nella portabilità degli occhiali.

Programma protezione famiglia

11/5/2017

La Famiglia… I tuoi Occhi…
Cosa c’è di più importante?
Con il nuovo Programma Protezione Famiglia proteggere i tuoi occhi e queli dei tuoi cari oggi è veramente molto semplice:
Fino al 31 maggio acquista un occhiale completo da vista

PER TE
La possibilità di acquistare:
lenti MONOFOCALI e a supporto ACCOMODATIVO (se hai un’età tra i 30 e i 45 anni ti aiutano a limitare notevolmente l’affaticamento nella visione da vicino) con il più avanzato trattamento Antiriflesso al prezzo dell’antiriflesso di classe inferiore.
Lenti PROGRESSIVE e/o da UFFICIO con la più innovativa tecnologia di design al prezzo della classe inferiore.
E nel caso ci fosse l’esigenza di un secondo occhiale per soddisfare situazioni particolari (occhiale da sole, per l’ufficio, da lettura, per la guida, per un sport ….)
acquisto entro 45 gg: sconto extra del 50% sulle lenti
oppure in alternativa:
acquisto entro 6 mesi:
sconto extra del 30% sulle lenti

PER I TUOI PARENTI
possibilità di acquistare entro 45 gg un occhiale completo di vista con i seguenti vantaggi:
Buono da € 50 da scontare su lenti MONOFOCALI o da UFFICIO
Buono da € 75 da scontare su lenti con supporto ACCOMODATIVO
Buono da € 100 da scontare su lenti PROGRESSIVE

Cos´è l´ortocheratologia

11/5/2017

L’ortocheratologia è un trattamento non chirurgico e reversibile, semplicissimo da attuare: basta indossare durante la notte delle speciali lenti a contatto in grado di ridurre il difetto visivo, assicurando una visione corretta per tutto il giorno successivo.
Le lenti notturne, chiamate anche “a geometria inversa”, sono gas permeabili e agiscono modellando il profilo corneale durante il riposo. Sono indicate per correggere temporaneamente la miopia e alcuni casi di astigmatismo, ipermetropia e presbiopia.
Indossare le lenti per l’ortocheratologia è facile e confortevole, ma a differenza delle normali lenti a contatto, quelle a geometria inversa sono progettate per il riposo notturno, permettono all'occhio di respirare e restano ben centrate sulla cornea anche con le palpebre chiuse. Devono essere indossate per almeno 7 ore.
Al mattino, dopo aver rimosso le lenti, gli effetti del modellamento dell’occhio avvenuto durante la notte, consentiranno di mantenere la visione corretta per diverse ore, offrendo così la comodità di non dover indossare lenti di alcun genere per l’intero arco della giornata.


PERCHE’ SCEGLIERE LE LENTI NOTTURNE
Per lo studio e il lavoro
Indossare occhiali o lenti a contatto convenzionali per chi studia o lavora può risultare fastidioso e rappresentare una fonte di stress. Chi lavora all’aria aperta, inoltre, rischia che polvere o altri corpi estranei si introducano al di sotto della lente a contatto provocando prurito e abrasioni alla cornea.
Con l’ortocheratologia, invece, si è liberi di studiare e lavorare senza il filtro degli occhiali o delle lenti a contatto, riducendo i disagi e lo stress visivo.
Per lo sport e il tempo libero
Per atleti e sportivi in genere, gli occhiali rappresentano una fastidiosa limitazione del campo visivo, pertanto si tende solitamente ad optare per le lenti a contatto. Queste, tuttavia, comportano comunque alcuni inconvenienti che possono influire sulle prestazioni durante le gare o le sessioni di allenamento. Oltre al rischio di abrasioni della cornea, una lente a contatto si può spostare, rompere o perdere, rovinando l’esperienza ricreativa.
Poter vedere bene a occhio nudo per chi pratica sport o passa molto tempo all’aria aperta è decisamente un vantaggio, che permette di vivere al meglio qualsiasi attività sportiva.
Le lenti notturne, modellando la cornea in modo da ridurre temporaneamente il difetto, assicurano proprio il recupero dell’acutezza visiva naturale e la completa libertà visiva.

CHI PUO’ BENEFICIARE DELLE LENTI NOTTURNE
L’ortocheratologia è efficace per recuperare fino a sette diottrie di miopia e tre di astigmatismo, presbiopia e ipermetropia.
Un soggetto con miopia media, ovvero fino a 5 diottrie, facendo uso delle lenti notturne può riacquistare temporaneamente l’acutezza visiva naturale, fra 8/10 e 10/10.
Secondo una ricerca condotta su bambini tra i 9 e i 12 anni con miopia superiore alle 5 diottrie, seguiti per due anni, l’ortocheratologia riesce a far regredire il difetto visivo fino al 63%.
Le lenti notturne rappresentano inoltre un’ottima soluzione per chi ha difetti visivi lievi e per chi non risulta idoneo o non desidera sottoporsi all’intervento laser.

Richiedi informazioni

Dove siamo

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.